Gestione della pagina Facebook: come?

La gestione della pagina Facebook rappresenta un vere e proprio lavoro in quanto richiede tempo, pazienza, ma anche conoscenza di marketing, comunicazione, design. E’ consigliata in primis da Facebook in quanto risulta essere un efficiente strumento per promuovere prodotti, brand, eventi commerciali e servizi sulla medesima piattaforma.

Le piccole aziende utilizzano la pagina Facebook per promuoversi e per fare Social Media Marketing. Motivo per cui deve essere gestita dal punto di vista sociale, ottenendo interazioni, aumentando il numero degli iscritti e utilizzando il target di riferimento.

Per quanto riguarda la struttura, è possibile creare tab personalizzate da utilizzare come lading page per i nuovi visitatori.

A fine 2016, inizio 2017, sono state introdotte delle novità in modo da favorire anche gli utenti che non hanno grande dimestichezza con la gestione delle pagine Facebook.

La pagina può essere personalizzata attraverso le immagini, loghi accattivanti, elementi multimediali e link che rimandano al sito web a cui la pagina è collegato (es. il sito aziendale). L’obiettivo della pagina è infatti quello di far iscrivere l’utente alla pagina con il tasto “mi piace”e per farlo viene in aiuto anche un’immagine profilo che richiama il brand con un logo e uno slogan descrittivo.

Facebook offre diversi modelli per differenziare e potenziare i vari servizi, ma la cosa fondamentale restano sempre i contenuti.

Ogni pagina potrebbe avere iscritti realmente interessati ma anche iscritti potenzialmente interessati ai servizi, ai prodotti, all’azienda, agli eventi. Una cosa inutile è quella di chiedere ai propri contatti di mandare l’invito a diventare fan. Utile invece è utilizzare i Facebook Ads, al fine di profilare gli annunci per sesso, età, area geografica e soprattutto per interessi. Parte del successo dipende anche dal topic della pagina, se è una pagina aziendale, ad esempio, si può creare una promozione accessibile agli iscritti che fa circolare il passaparola e porta nuovi utenti all’iscrizione proprio per il fatto che l’azienda sta promuovendo il prodotto, l’evento o il servizio, utilizzando anche altri canali come i programmi d’affiliazione su altri siti, banner, ect.).

 

Su Facebook gli utenti sono iscritti a sempre più pagine spesso anche completamente ignorate. Però anche gli aggiornamenti, devono essere fatti con cognizione, per non rischiare di essere spammati, e proprio per ciò che riguarda la frequenza degli aggiornamenti, è bene inserire almeno 2 post a settimana sempre overload informativo.

Altra cosa fondamentale è quella di rispondere sempre sia ai commenti che alle richieste. Ci sono poi applicazioni come Swimmelab che permettono addirittura di tramutare un pagina in un sito web classico! Basta visionare il sito del Poliambulatorio Omnialab di Forlì per capire a cosa si fa riferimento.

In merito poi alla comunicazione, quello che continua ad emergere è che grazie agli strumenti comunicativi del Web 2.0 il linguaggio degli utenti è cambiato, oggi infatti anche le aziende rispondono con un emoticon come ;-), e soprattutto è cambiato il modo in cui i clienti vogliono interfacciarsi ed interagire con le aziende. Oggi funziona la comunicazione “friendly”, che serve a capire i bisogni creando offerte ad hoc e questo porta a creare un business su misura che regala felicità a tutti! Oggi le aziende e le società devono sapere tenere il passo e se fino a qualche tempo fa la pagina Facebook era opzionale, o poteva anche esserlo, oggi è una tendenza che in qualche caso “detta legge”.

Be the first to comment on "Gestione della pagina Facebook: come?"

Leave a comment