11° Festival Internazionale del corto di fiction

E’ terminata nella splendida cornice offerta dall’Arena Palma, la undicesima edizione La Cittadella del Corto – Festival Internazionale del Corto di Fiction. Un’edizione ricca di presenze e con un clima speciale, anche grazie alla nutrita delegazione ungherese che ha offerto un party a base di prodotti magiari e a quella rumena, sorprendente per energia e vitalità.

Vincono Corea del Sud (Gran Trofeo Tralci di Trevignano) e Gran Bretagna (Premio Lo Stato delle Cose, 2000€), con due film sui bambini: Smoke-Flavored Life di Eunjung Ryou , “per aver narrato una storia crudele con un equilibrio perfetto tra disperazione e aspirazione alla felicità”, e Going Postal di Suzi Ewing, “per aver saputo ricreare attraverso il punto di vista di una bambina un mondo inaspettato, raccontato con uno stile rigoroso, una sensibilità sottile e uno sguardo costantemente sorprendente”.

Due film che sanno trattare il tema della violenza verso minori con rara sensibilità. Seguendo le parole dei giurati, il primo, il secondo La giuria, che ricordiamo era composta da Vittorio Moroni (Regista – Presidente), Mihai Chirilov (Direttore Artistico del Trasilvania Film Festival – Romania), Basak Emre (Direttrice del Festival on Wheels– Turchia), Dubravka Vojvodic (Presidente FIPRESCI – Serbia-Montenegro), ha anche voluto assegnare due menzioni speciali a La China di Antonia San Juan e Diego Postigo (Spagna) con la seguente motivazione: “Per aver saputo raccontare le sfaccettature di un’amicizia particolare attraverso la ricca traiettoria di un dialogo serrato interpretato con personalità” e a Slavek The Shit di Grimur Hakonarson (Repubblica Ceca, Islanda, Estonia) con la motivazione: “Con un umorismo dissacrante ed avvincente ha saputo far fiorire la rivendicazione dell’amore tra 2 personaggi capaci di sfuggire a qualunque deriva”.

Premio REC per la Migliore Idea (Noleggio cinepresa 35m per una settimana, valore 3000€) a The Sadness of Joe Johnson Jangles di Jeffrey St. Jules (Canada).

Decretato miglior film italiano (Noleggio cinepresa 35mm e materiali, valore 5.000€ offerti da ARCO) Alone Together di Duccio Chiarini.

Premiati anche Fare Bene Mikles di Christian Angeli, miglior produzione (Noleggio cinepresa 35mm e materiali valore 5.000€ offerti da ARCO), e Mio Fratello Yang di Gianluca e Massimiliano De Serio, miglior fotografia (2000 metri di pellicola 35mm offerti da Kodak).

Il Premio del Pubblico (2000€ offerti da Cinecittà Holding) va a Giovanna Z Una Storia D’amore di Susanna Nicchiarelli. La FICE, nostro partner consolidato sceglie per la propria distribuzione ben due film (ad ognuno 1000€ e distribuzione di 10 copie): Lezione Di Stile di Franco Fraternale e Un Refolo di Giovanni Arcangeli.

Tra gli attori si distinguono Ariella Reggio per Per Agnese di Massimo Cappelli) e Claudio Gioe’ per Ti Racconto Una Storia di Manuela Mancini.

Il concorso CORTINVIDEO, la cui giuria era formata da Mauro Donzelli (presidente, Coming Soon TV), Gianfranco Borgiotti (UNITEC), Antonella Jadanza (giornalista), ha visto affermarsi Il settimo giorno, L’abbaglio di Davide RIZZO, Premio Filmrecording (trascrizione del video su 35mm, valore 4000€); Il bastardo e l’handicappato di Giampaolo Morelli, Premio ARCO (noleggio di una videocamera Panasonic Varicam HD per una settimana, valore 5.000€). Una menzione va a Tutto brilla di Massimo Cappelli, mentre a Indelebile di Elisabetta Bernardini il Premio Musicfeel (realizzazione di una colonna sonora originale).

Si aggiudica il Premio FILM TV per la giovane promessa del cinema italiano: Francesca Inaudi.

Be the first to comment on "11° Festival Internazionale del corto di fiction"

Leave a comment